giovedì 9 giugno 2011

Referendum 12 e 13 Giugno





Stimatissimi,

non è nostra abitudine parlare di politica nè di elezioni.
Crediamo fermamente che non si puo' cambiare la politica con i mezzi della politica.

Questo weekend pero' ci sono 4 referendum di un certo interesse: quantomeno si parla di argomenti reali e concreti e tutto il paese è chiamato a dare la sua opinione su questi argomenti.

Si, abbiamo scritto "l'opinione": perchè se il referendum cancella la legge in vigore, niente vieta che il parlamento poi riproponga una legge analoga il giorno dopo. Magari sottobanco. E' già successo, con il nucleare, con il finanziamento pubblico dei partiti, con il ministero dell'agricoltura e molto altro.

Pero' almeno un segnale parte e il paese puo' dire la sua più o meno senza filtri.


I referendum

Detto questo, vi ricordiamo i quattro quesiti di questo weekend:

1 e 2) Privatizzazione dell'acqua 1 e 2

La normativa, approvata dal Governo Berlusconi, stabilisce come modalità ordinarie di gestione del servizio idrico l’affidamento a soggetti privati attraverso gara o l’affidamento a società a capitale misto pubblico-privato, all’interno delle quali il privato sia stato scelto attraverso gara e detenga almeno il 40%.

Così facendo, andrebbero a finire definitivamente sul mercato le gestioni dei 64 ATO Acqua (gestori pubblici delle risorse idriche) che attualmente non hanno proceduto "ad affidamento" o che hanno affidato la gestione del servizio idrico a società a totale capitale pubblico.

Non solo, la norma disciplina le società miste collocate in Borsa che, se vorranno mantenere l'affidamento del servizio, dovranno diminuire la quota di capitale pubblico al 40% entro giugno 2013 e al 30% entro il dicembre 2015.

Per il secondo quesito, l'abrogazione parziale è legata alla parte di normativa che permette al gestore del servizio idrico di ottenere profitti garantiti sulla tariffa, caricando sulla bolletta dei cittadini un 7% a remunerazione del capitale investito, senza alcun collegamento a logiche di reinvestimento per il miglioramento qualitativo del servizio stesso.

SI per eliminare la norma sulla privatizzazione dell'acqua.
NO per lasciare le cose come sono e consentire la privatizzazione dell'acqua.


3) Nucleare

Centrali nucleari in Italia, c'e' altro da aggiungere?

SI per eliminare la norma che consente l'uso di nucleare in italia
NO per mantenere la legge attuale che ne consente l'uso

4) Legittimo Impedimento

Ad aprile del 2010 il Sole 24 Ore proponeva una guida alla lettura per spiegare, passo per passo, tutte le novità contenute nelle nuove norme sul legittimo impedimento. La potete trovare a questo link.

SI per abrogare il legittimo impedimento
NO per lasciare le cose come sono


Il 50%+1 è richiesto perchè il referendum sia valido.



Bilderberg a Saint Moritz, Borghezio tenta di entrare

Per concludere, oggi il parlamentare europeo eletto nelle liste della Lega Nord Mario Borghezio si è presentato alle porte dell'hotel Suvretta House, dove da oggi è in corso la riunione di quattro giorni  del gruppo Bilderberg (ai quali auguriamo che vengano servite verdure intinte nell'E.Coli tedesco).

Borghezio ha preteso di entrare sventolando il tesserino di eurodeputato.

E' stato mandato via in malo modo e posto in stato di fermo dalla polizia cantonale.Questa la sua dichiarazione all'ANSA:

Sono stato assistito dalla polizia elvetica ma il trattamento subito dalla sicurezza dell'incontro è stato brutale. Ho intenzione di presentare una denuncia. E il trattamento subito, chiedevo solo di assistere, mi conferma che questa è una riunione molto importante chiamata a prendere decisioni rilevanti senza alcun controllo popolare. È evidente che il Club di Bildelberg è una società segreta, come pensano in tanti di cui meno si sa e meglio è

Ehi, Borghezio ne ha detta una giusta.

Per il prossimo decennio è a posto.

Saluti felici e stay human

Felice Capretta

22 commenti:

Anonimo ha detto...

Credo che il Bilderberg sia l'unica società nella storia del mondo che conoscono tutti e che pubblica l'elenco dei partecipanti, oltre ad avere l'attenzione di un giornale della tiratura del Guardian.

Qualcuno è in grado di sviscerare questo paradosso?

Anonimo ha detto...

forse Borghezio si voleva fare solo un po'di pubblicità, come quando fa le denunce all'Europarlamento contro il malgoverno ed il signoraggio, un po' in stile Lega primi tempi. Comunque qualche voce fuori dal coro ogni tanto fa anche piacere sentire, anche se non serve a nulla. Infatti cosa è riuscita a cambiare la Lega? Ha solo messo inizialmente un po' paura ai servi dei padroni, scaturiti dagli accordi di Jalta. La resa dei conti verrà, ma come al solito ci rimetteranno di più gli innocenti, che non i colpevoli.

Anonimo ha detto...

Grazie Felice
Nic.

Anonimo ha detto...

Volevo porre alla sua attenzione questa cosa, il nuovo testo del referendum è questo: "Volete che siano abrogati i commi 1 e 8 dell’articolo 5 del d.l. 31/3/2011 n. 34 convertito con
modificazioni dalla legge 26/5/2011 n. 75".
Ora, il comma 1 stabilisce che "non si procede alla definizione e attuazione del programma di (...) produzione di energia elettrica nucleare"
Questo comma è stato introdotto dal governo a modifica del d.lgs. che reintroduceva il nucleare in italia.
Quindi se vince il NO il comma 1 non viene abrogato e quindi non si procede al programma nucleare. Se vince il SI viene abrogato e a questo punto le possibilità sono due: 1) viene ripristinato l'art. del d.lgs. che era stato abrogato dal comma 1 e quindi si può procedere al programma nucleare; 2) non c'è nessun ripristino e quindi ci si ritrova con un vuoto legislativo in materia di nucleare.
La mia analisi è corretta? E soprattutto, da un punto di vista strettamente giuridico, secondo lei cosa accade se vince il SI, si procede al ripristino della norma che reintroduceva il nucleare?
Spero di essere stato chiaro e mi scuso per la lunghezza del post

Anonimo ha detto...

anonimo qui sopra

http://www.altalex.com/index.php?idnot=14515

http://www.reset-italia.net/2011/06/10/nucleare-ce-chi-avanza-dubbi-sul-referendum-ecco-perche-sono-immotivati/

Anonimo ha detto...

grande borghezio!!

Anonimo ha detto...

Borghezio mi sta sulle palle un sacco, ma devo dare a cesare quello che e' di cesare: Borghezio o e' scemo o ha le palle... o forse entrambe le cose.

manu ha detto...

ti ringrazio per i link postati, non mi convincono al 100% ma almeno trattano l'argomento. io non ero riuscito a trovare quasi nulla in proposito

Anonimo ha detto...

Borghezio non è tanto scemo quanto vogliono farcelo credere e le sparate che fà ogni tanto, alla fini fine, sono nell'interesse del popolo italico, anche se quest'ultimo, annebbiato dalle varie cazzature come calcio, veline, gossip, tatuaggi, piercing, droga e chi ne ha più ne metta, non se ne rende minimamente conto.

Anonimo ha detto...

Oppure recita il suo ruolo nello spettacolo teatrale, a nessuno sembra nemmeno un po' strano che la potentissima società "segreta" sia posta in bella vista su un giornale internazionale, peraltro controllato da quella stessa elite?

E' quantomeno insolito, questo segreto di Pulcinella che a quanto pare è ormai sulla bocca di tutti senza peraltro grandi scandali.

Ivan Bezdomny ha detto...

http://piste.blogspot.com/2011/01/mario-borghezio-quello-che-wikipedia-il.html ma questo mario borghezio? vi consiglio vivamente di fare un giro sull'archivio storico della stampa e di visionare questo http://www.youtube.com/watch?v=lk8vpuajKGc

anon

Mastro di chiavi ha detto...

@ Felice Capretta

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/se-b-finisce-col-botto/2152870/8
Visto che sei sempre ben informato ti invio alcune considerazioni sulle dichiarazioni fatte da Napolitano secondo l'Espresso.
Ossia:

«Quell'uomo non mollerà ed è capace di tutto. Temo che nelle prossime settimane possa perfino succedere qualcosa di brutto».
Dichiarazioni del 2 giugno festa della Repubblica.

Ed in riferimento al colloquio Berlusconi-Obama del 26 maggio

«Non sia superficiale: quell'orrenda figuraccia in favore di telecamera non si spiega, in effetti. A meno che...» pausa

«A meno che quella scena non serva a dire al presidente degli Stati Uniti e al mondo intero: guardate, in Italia siamo in una condizione di anomalia democratica, non vi stupite se tra un mese succederà qualcosa di serio. Uno scossone, un botto»

Quello che mi ha colpito sono le date. Pare che la massoneria o gruppi di potere usino i mezzi di informazione per mandare messaggi.
Quella del presidente è una sua personale interpretazione su ciò che ha fatto Berlusconi, dunque io direi un suo messaggio, "un mese" dal colloquio del 26 maggio, quindi fine giugno.
Nella altre dichiarazioni fatte il 2 giugno, parla di settimane, dunque sempre fine giugno.
Il 22 giugno si terrà il dibattito sulla verifica parlamentare chiesto da Napolitano, per il quale è stata chiesta la diretta Tv.

Mastro di chiavi ha detto...

dimenticavo...
http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2011/06/11/news/le_telefonate_briatore-santanch_silvio_continua_a_far_festini-17532423/

altre intercettazioni pubblicate a tempo debito per mantenere alta l'indignazione

Mastro di chiavi ha detto...

ultima cosa ho riletto l'articolo le parole sono "di un uomo al servizio dello stato", si lascia solo intendere che possa essere il presidente.
http://espresso.repubblica.it/dettaglio/se-b-finisce-col-botto/2152870/8

'ndò 'nnamo? che famo? ha detto...

mmmh, hai letto l'inquietante art. di loris palmerini sul 1°quesito? io l'ho trovato su 'blogghete!'
che ne pensi?
io, non so perchè, ma ho una brutta senzazione su 'sti referendum. forse per l'enorme valore salvifico che gli vien dato, come se una volta 'vinti' tutto il mondo sarà migliore.
una grattatina sotto la barba da un affezzionato picca nicola

Felice Capretta ha detto...

@mastro di chiavi

hm, interessante. ma per un colpo di stato serve senso strategico, e berlusconi ha il senso strategico di un venditore di pentole a domicilio (con il dovuto rispetto per i venditori).

scusa per il commento di troppo pubblicato : )



@ 'ndo nnamo

non credo che un referendum salverà un paese alla rovina ne' che cambierà di molto le cose.

tuttavia credo che sia un segnale forte di dissenso che possiamo dare alla politica.

se non andimao neanche a votare o se rinunciamo a far valere i nostri diritti in quelle poche occasioni che ci restano, gli lasciamo la strada aperta del tutto.

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

http://blogghete.altervista.org/joomla/index.php?option=com_content&view=article&id=828:lincredibile-truffa-dei-referendum&catid=25:politica-italiana&Itemid=44

buona lettura

Anonimo ha detto...

http://www.repubblica.it/esteri/2011/06/12/news/la_blogger_siriana_non_esiste_ha_fatto_tutto_un_americano-17604787/?ref=HREC1-2

ecco un buon modo di usare i social network ;) una storia strappalacrime che ha ucciso, o quasi, la credibilità di un movimento "spontaneo"

anon

Mario Barbiero ha detto...

psst psst
Felice Capretta in realtà ...
non è una capra ...
ma non ditelo in giro ...

Anonimo ha detto...

Quel che è sicuro è che dopo questo referendum non cambierà più niente di rilevante in questo paese per almeno altri 10 anni. Che poi i disoccupati del futuro che hanno votato "si" non si lamentino dell'immobilismo delle istituzioni, qua politicamente paga solo continuare a parlare e non fare nulla nei fatti, perchè rischi solo critiche.
So che l'intento di chi ha votato si non era quello, ma l'effetto è e sarà quello.
Fra

Anonimo ha detto...

http://www.repubblica.it/esteri/2011/06/13/news/libia_gheddafi-17613310/
da oggi la russia si dichiara parte del gioco.

Anonimo ha detto...

Bellissima l'osservazione del servire verdure all'escherichia coli (saggiamente modificate).